Varie razze e popoli hanno condiviso e stanno condividendo questa terra immensa che e` la Libia, coesistendo ed esercitando un`azione reciproca pacificamente, conservando fortemente le loro tradizioni ed il loro modo di vita, proprio come centinaia di anni fa. La vita moderna sta avviandosi verso il deserto, ma il viaggiatore fortunato puo` ancora trovare tracce di usanze e riti di ogni genere.

Gli Arabi

Ad iniziare dal 7`sec., le successive ondate di Arabi arrivate nella regione, imposero l`Islam e la lingua araba, assieme al loro dominio politico. La conversione all`Islam fu totale sin dal 1300, ma l`arabo fu sostituito ai dialetti indigeni berberi, molto piu` lentamente. Nell` 11`sec., comunque, tribu` di Beduini, i Bani Hilal ed i Bani Salim, invasero prima la Cirenaica e piu` tardi la Tripolitania ed imposero, con tenacia, la loro fede islamica ed il loro modo di vita nomade. Questo influsso beduino, infranse gli accordi ed i modelli esistenti; in molte zone furono introdotte e rafforzate le organizzazioni tribali. Piu` tardi, verso la fine del 15` sec., inizio del 16` sec., sopraggiunse un`affluenza di genti, che parlavano l`arabo che portarono al crollo dei Cristiani dell`ultimo regno Mussulmano in Spagna.

E` stato calcolato che il numero totale degli Arabi, che giunsero in Nord-Africa, durante la prima delle due emigrazioni, non superava i 700.000, mentre la popolazione, nel 12` sec., era costituita di 6/7 milioni, per cui essi non costituivano che il 10% della popolazione totale. Piu` tardi, il sangue arabo ricevette dei rinforzi dalla Spagna, ma i Berberi, attraverso il Nord-Africa, con difficolta` superarono in valore le origini arabe. L`arabizzazione dei Berberi in Libia, avvenne piu` rapidamente che altrove, e sin dalla meta` del 12` sec., pochi Berberi parlavano ancora la loro lingua. In Marocco ed in Algeria, come pure in Tunisia, i Berberi, nonostante la loro arabizzazione, hanno continuato a formare una solida minorita` etnica.

 

I Berberi

Parte di quelli che una volta formavano un gruppo etnico dominante nel Nord Africa, oggi i Berberi della Libia vivono soprattutto in nascoste zone della montagna o in localita` desertiche dove, successive ondate di emigrazioni Arabe, non riuscirono a raggiungere coloro che si erano ritirati per fuggire dagli invasori.

Diversita` culturali e linguistiche, piu` che fisiche, differenziano i berberi dagli Arabi. Pietra di paragone dei Berberi e` l`uso della lingua berbera. Il Berbero, fa parte della famiglia delle lingue Afro-Asiatiche. E` molto differente dalla`arabo, e a differenza dell`arabo, non ha una lingua scritta e di conseguenza non ha letteratura. Il nome Berbero e` stato attribuito da gente estranea, cioe` i Romani, i quali credettero che derivasse dalla parola “Barbari”. I Berberi si identificano con le loro famiglie, clans e tribu`. Solo quando devono mercanteggiare con gli estranei, riescono a identificarsi con gli altri gruppi, come i Tuareg.

La maggior parte dei Berberi, vive in Tripolitania e molti arabi della regione, mostrano ancora le tracce della loro mescolanza con la razza berbera. Le loro abitazioni sono raggruppate e le famiglie sono imparentate fra di loro; esse sono composte da nuclei familiari, pero` la terra e` tenuta separatamente. La zona berbera e` circondata da territori stranieri ed e` anche sparsa lungo la costa ed in poche oasi. L`economia tradizionale berbera oscilla tra l`agricoltura e la pastorizia, la maggioranza del villaggio o della tribu`, rimane in un posto per tutto l`anno, mentre una minorita` conduce il gregge nel suo pascolo stagionale.

 

Il popolo Tebu ( Gli Africani negri)

Nella maggior parte del sud della Libia, vivono circa 2,600 Tebu, parte, di un gruppo piu` grande, circa 215,000 Tebu a nord del Chad, Niger e Sudan.

La loro identita` e coesione etnica, sono delineate dalla lingua e non dall`organizzazione sociale o geografica, anche se tutti i Tebu dividono molte caratteristiche culturali. La loro lingua,Tebu, fa parte della famiglia delle lingue Nilo-Sahariane, non essendo tutti i dialetti reciprocamente comprensibili. L`unita` sociale principale e` il nucleo familiare, organizzato in clans patriarcali. L`economia dei Tebu e` un insieme di pastorizia, agricoltura e coltivazioni di datteri. I Tebu sono Mussulmani. Popoli vicini, li considera come un popolo duro, solitario, arido e montanaro.

 
 
 
 

 

Il popolo Touareg

Circa 10,000 nomadi Tuareg vivono sparsi, a sud-est del deserto, vagando di solito nelle vicinanze delle citta`-oasi di Ghat e GhadamCome gli altri nomadi del deserto, essi, in passato, si guadagnavano da vivere assalendo distretti sedentari, commerciando su lunghe distanze ed estorcendo tasse in cambio della loro protezione a carovane e viaggiatori.

La lingua Tuareg, Tamasheq, e` un dialetto berbero. Gli uomini e non le donne, sono coperti ed il blu che usavano per tingere i loro aristocratici veli e vestiti si imprimeva sulla pelle, dando origine al famoso nome dei Touareg, di “ uomini – blu “. Il matrimonio e` misogamo e le donne Tuareg godono per il loro elevato grado; l`eredita` avviene attraverso la discendenza femminile ed un`altra abitudine generale e` che soltanto le donne possono leggere e scrivere.

 

 
Copyright © 2006 Sky ITR Libya. All rights reserved.